Gian Paolo Dessolis.com


Vai ai contenuti

Menu principale:


Galleria 1

Fotografia BW e color

La fotografia in bianco e nero non è sorpassata né fuori moda. Anzi, rappresenta un ottimo metodo per aggiungere fascino senza tempo a ogni immagine, eliminando la pesantezza del colore e rivelando la drammatica essenza di paesaggi e ritratti. Benché le fotocamere digitali siano in grado di passare dal colore al bianco e nero in una frazione di secondo, bisogna acquisire l'esperienza necessaria per stabilire rapidamente quali immagini verranno valorizzate da uno scatto in bianco e nero.

Tramonti, fiori, feste di carnevale, sono indubbiamente soggetti che richiedono l'uso del colore. Altri soggetti, tuttavia, vengono maggiormente valorizzati dalla fotografia in bianco e nero.
Una luce naturale troppo intensa può sbiadire i colori di piante e palazzi, ma può anche creare ombreggiature estremamente intense e profonde, che avranno un effetto eccezionale in bianco e nero.
Anche i ritratti vengono valorizzati dal bianco e nero, che mette in risalto il volto del soggetto riducendo al minimo le imperfezioni.
I colori intensi sono sicuramente belli, ma come sempre è meglio non esagerare: colori troppo vividi o toni in contrasto possono stravolgere una scena delicata. Per arrivare al cuore del soggetto consiglio di passare al bianco e nero.
Le scene romantiche o nostalgiche diventano dei classici se scattate in bianco e nero, dove il tempo sembra essersi fermato.

La luce e il modo in cui la usiamo armonizzano la forma e il soggetto. Senza capire la qualità della luce, più che la sua quantità non riusciremo a realizzare foto interessanti. Infatti se è sufficiente avere una quantità di luce minima a rendere possibile l’esposizione, non lo è, come già detto, per la sua qualità, per il suo carattere che possono rendere unica la nostra immagine.
La parte più difficile di quest’ equazione è la fusione di tutti gli elementi assieme. Quanto precede vale come regola generale sia che stiamo scattando in bianco e nero, sia che lo stiamo facendo usando il colore.
Se avete esperienza con le pellicole a colori, o avete mai sentito parlare di bilanciamento del bianco, ovvero se avete esperienza di qualità della luce e quindi della temperatura colore allora saprete, ad esempio, che i colori caldi del sole al termine della giornata cambiano la risposta cromatica della nostra pellicola restituendoci dei toni d’immagine più caldi.
O ancora, proviamo ad immaginare una fredda mattina di inizio marzo, poco prima che inizi a fare veramente giorno. La nebbiolina che avvolge tutto delineando solo i contorni degli oggetti, le montagne distanti quasi si confondono fondendosi con il paesaggio che assume una colorazione bluastra. Una scena che riusciremmo, grazie alla risposta cromatica della pellicola o del sensore, a far rendere bene conferendo alla nostra immagine un tono di freddo mistero.
Ecco analogamente lo stesso concetto lo possiamo ritenere valido per il bianco e nero.Sicuramente i toni dell’immagine che ci restituirà il bianco e nero saranno molto più delicati. La capacità di vedere o pre-visualizzare questo farà la differenza nelle nostre immagini.

La fotografia per sua natura ci restituisce una versione della realtà bidimensionale. Rendere questa realtà attraverso l’uso dei grigi, attraverso la
qualità della luce, attraverso il contrasto, il tono, la trama e la forma é fare fotografia in bianco e nero.


Home Page | News | Fotografia BW e color | Nozioni tecniche | Lo Studio | Composizioni | Modelle | Book fotografici modelle | Matrimoni | Grafica | Ricostruzioni | Produzioni Video | videoarte | Mostre ed Eventi | area riservata | Pubblicazioni | Chi sono | Link | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu